Castello di Vicchiomaggio Chianti Classico

Accommodations Greve in Chianti, Tuscany, Italy
Home
LAST MINUTE!
Agriturismi Chianti
Camere Bed & Breakfast
Ville e alberghi di lusso
Blog Toscana
Tasso di Soggiorno
Agenzie vacanze
Immobilare in Toscana
Case vacanze Maremma
Alloggi a Roma
Date Importante
Come arrivare a Greve
Piante di Greve
Piscina Pubblica
Piazza Matteotti
Tour e Degustazione
Corso di cucina toscana
Specialità toscane
Ristoranti
Cose da fare e da vedere
Castelli del Chianti
Tour organizzati, minibus
Sposarsi in Toscana
Musei e la storia
Libri, guida turistica
Città dell’Umbria
Collegamenti Utili
Fare pubblicità qui
Contattaci
English Italiano Deutsch Français























Castello Vicchiomaggio


Castello Vicchiomaggio


Vacanze Castello di Vicchiomaggio.

A Vicchiomaggio, fin dal IX-X secolo, si ergeva un castello, probabilmente fondato da un gruppo di origine longobarda, come attestano alcuni nomi come Littifredo, Imilda e Walfredo menzionati nella documentazione più antica.

Alla fine degli anni Sessanta del XIII secolo, Vicchiomaggio subì notevoli distruzioni che dovettero porre le condizioni per un progressivo spopolamento. Già negli anni Venti del Trecento, nel castello venivano segnalati soltanto edifici abbandonati e spazi non costruiti: questo spiega la sua successiva (fine Trecento) trasformazione in una residenza “in villa” della famiglia fiorentina dei Gherardini e poi degli Scolari.

A questa fase si riferiscono la torre di difesa, coronata da mensole con archetti sormontati da una merlatura, e la corte interna, che presenta su un lato alcune finestre con arco a tutto sesto e un prospetto in pietra, costituito da filaretti di alberese piuttosto regolari.

La sommità della torre è stata completamente ricostruita in stile neo-gotico mentre della parte esterna del castello restano soltanto alcune tracce delle mura, che nella quasi totalità sono state inglobate nelle strutture della villa, quando in Età moderna assunse l’aspetto attuale. Le mensole delle finestre, il bugnato (pietre lavorate lasciando la parte centrale molto in rilievo) del portone e i conci delle angolate in pietra serena si staccano cromaticamente dal bianco della facciata, secondo un gusto tipicamente cinquecentesco, e conferiscono alla struttura una grande eleganza.

Nel 1964 la tenuta Vicchiomaggio fu acquistata da Federico Matta che proveniva da Tonengo vicino ad Asti in Piemonte ma si era trasferito a Londra ed era entrato negli affari agli inizi degli anni Cinquanta importando vini francesi e più avanti italiani per il settore della ristorazione. La tenuta era in condizioni molto disagiate ma un intero programma di ristrutturazione rinserì Vicchiomaggio di nuovo fra le tenute d'elite del Chianti. Il figlio di Federico, John Matta, si occupò della tenuta con la moglie Paola a partire dal 1982 e la qualità dei vini Vicchiomaggio continuò a migliorare. John Matta fu nominato "produttore di vini italiano dell'anno" sia nel 2002 sia nel 2005 alla "International Wine and Spirit Competition". Vicchiomaggio viene classificata sempre fra le migliori tenute italiane e nel 2002 John Matta si aggiudicò il "Tasca d’Almerita Trophy" per “Miglior produttore italiano dell'anno”. Seguì il IWSC 2005 per il “Produttore di vino italiano dell'anno” con la Prima Riserva di Chianti Classico nel 2003 che vinse il “Carpineto Trophy For the Best Sangiovese” nella stessa gara.

Vicchiomaggio offre degustazione di vini e un buon ristorante. Può essere raggiunta facilmente in auto o bus SITA da Firenze o Greve nel Chianti.

Anna Maria Baldini





Cliccate qui per ulteriori informazioni sui castelli del Chianti
























Greve in Chianti agriturismi in Toscana
Toscana Italia
Chianti - cose da vedere
Agriturismi in Chianti ed in Toscana

Tutti i materiale originali, traduzioni, immagini e codificazione sono Copyright © ammonet InfoTech 1997 - 2017. Tutti i diritti riservati.
Agriturismi, aziende in Toscana ammonet InfoTech.

Anna Maria Baldini